Quali sono le norme igieniche da rispettare a bordo dell’aereo verso gli Stati Uniti

Pubblicato: Sep 21, 2021, Modificato: Sep 21, 2021 | Tag: COVID-19, Esperienza ESTA, Sicurezza aerea

Quando viaggi in aereo verso gli Stati Uniti da un altro Paese, da solo, con gli amici o la famiglia, condividi uno spazio ristretto con centinaia di viaggiatori per almeno sei ore. Alcuni effetti collaterali del volo sono noti e tutti dovrebbero esserne consapevoli, come la trombosi venosa profonda, l'ipertensione, il mal d'orecchi e la disidratazione. Questi sono causati dalla mobilità limitata, dai cambiamenti nella pressione della cabina, dall'altitudine e dai livelli di ossigeno che, nella maggior parte delle persone, causano solo piccoli disagi. Tuttavia, le persone con condizioni di salute preesistenti possono essere più suscettibili ad altre complicazioni di salute che sono legate all'igiene. Le preoccupazioni in materia di igiene degli aeromobili sono state recentemente riviste a causa della pandemia di COVID-19. Questo articolo analizza le questioni igieniche che i viaggiatori dovrebbero prendere in considerazione durante il viaggio verso gli Stati Uniti.

Come si trasmette un raffreddore o l'influenza quando si viaggia in aereo?

La trasmissione di infezioni respiratorie si diffonde principalmente attraverso le microgocce che si formano quando una persona tossisce o starnutisce, e queste tendono a cadere nelle vicinanze della persona infetta, solitamente nel raggio di un metro. Tuttavia, i microbi possono poi essere trasferiti su altre superfici come le maniglie delle porte, vassoi e riviste, che altre persone toccano. Queste persone, a loro volta, si toccano la faccia, si strofinano naso e occhi, permettendo così all'infezione di diffondersi. Il virus si può contrarre solo se sei vicino a una persona infetta o se tocchi qualcosa che lei ha toccato. In tal senso, non sei più a rischio su un aereo che in qualsiasi altro spazio pubblico chiuso.

Le infezioni possono essere trasmesse attraverso il sistema di circolazione dell'aria?

È opinione comune che le malattie si diffondano nell'aereo attraverso il sistema di circolazione dell'aria, quindi se qualcuno tossisce nella parte posteriore dell'aereo, gli agenti patogeni arrivano nella parte anteriore attraverso il piccolo ugello che si regola per avere aria fresca sul viso. Questo è altamente improbabile, perché ci sono filtri HEPA (sistema di filtrazione ad elevata efficienza di fluidi) installati su tutti gli aerei commerciali. Questo filtro rimuove almeno il 99,9% delle particelle microscopiche dall'aria, e con 20-30 cambi d'aria all'ora, l'aria a bordo di un aereo è probabilmente più pulita di quella di casa o dell'ufficio.

Come avviene la pulizia dell’aereo?

Durante un tipico servizio di 40 minuti di pulizia dell'aereo tra un volo e l'altro, c'è solo il tempo di riordinare e passare l'aspirapolvere. Le pulizie intensive e rigorose vengono solitamente completate dopo l'ultimo volo della giornata. Ciò comporta la pulizia e la disinfezione di vassoi, bagni, cappelliere e sedili. Come ha dichiarato Christian Rooney, manager di JetWash Aero, un'azienda specializzata in pulizie per l'aviazione è responsabile della pulizia degli aerei, viene effettuata una pulizia profonda dell'aereo solo ogni quattro o sei settimane, e anche se i disinfettanti utilizzati distruggono gli agenti patogeni e i virus, la protezione antimicrobica dura solo 10 giorni. Tuttavia, durante la pandemia di COVID-19, molte compagnie aeree hanno investito più tempo nella pulizia e nella disinfezione delle superfici, così come della moquette e dei sedili, assicurando che vengano eseguite con maggiore frequenza.

Quanto sono utili i dispositivi di protezione individuale sui voli a lungo raggio?

Sempre più persone ora si affidano ai dispositivi di protezione individuale (DPI), come ad esempio le maschere per il viso, i guanti e le protezioni per gli occhi. Questi sono utilizzati per le faccende e le attività quotidiane, ma quanto sono efficaci su un volo?

Guanti

I guanti forniscono una buona protezione per le mani e possono ridurre la probabilità di trasmissione se indossati e smaltiti correttamente. In aggiunta, i guanti aiutano a proteggere la pelle. Se hai un taglio o un'abrasione sulla pelle, i guanti possono contribuire a proteggerti dalle infezioni. Germi e batteri possono sopravvivere su vari materiali per diverse ore o addirittura giorni. Se utilizzi i guanti in aereo, assicurati di smaltirli dopo l'uso e tieni a mente i rischi di contaminazione incrociata.

Maschere per il viso

C'è un dibattito sull'efficacia delle maschere di protezione per il viso. Diversi studi hanno dimostrato che, a condizione che siano ben aderenti e che coprano il naso, queste offrono una protezione discreta filtrando le goccioline se ci si trova in linea diretta con una persona infetta quando questa tossisce. Funzionano anche per evitare di toccarsi il naso e la bocca, un punto d'ingresso comune per i virus. Tuttavia, anche usando una maschera, i tuoi occhi rimangono vulnerabili.

Protezione per gli occhi

Se utilizzati insieme a una maschera per il viso, gli occhiali di sicurezza possono fornire una protezione efficace dagli schizzi se qualcuno tossisce o starnutisce nella tua direzione. Scegli quelli che schermano anche i lati degli occhi. Per quanto riguarda il comfort, gli occhiali protettivi sono meglio degli occhiali elasticizzati.

Salviette disinfettanti e igienizzante per mani

Il dottor Paulo Alves, membro della Civil Aviation Medical Association, ha dichiarato recentemente che il metodo più efficace è quello di lavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone e usare un disinfettante tra un lavaggio e l'altro. I disinfettanti per le mani e le salviette possono essere utilizzati per pulire le superfici intorno al tuo sedile, dove è più probabile che le goccioline finiscano dopo che qualcuno tossisce o starnutisce. Possono anche essere usati per disinfettare le mani quando non puoi accedere ai bagni per lavarti le mani. Soprattutto, è importante evitare di toccarsi la faccia continuamente.

Altri modi per minimizzare i rischi igienici durante il volo

Scegli il sedile vicino al finestrino

Scegliere un posto vicino al finestrino ridurrà il rischio di contrarre qualcosa da un colpo di tosse o uno starnuto, perché c'è solo una persona che può sedersi accanto a te e sarai a più di un metro dal corridoio, dove la gente transita di continuo. Questa tattica funziona solo su una configurazione tre-tre, con il corridoio al centro.

Ultimo a salire, primo a scendere

La riduzione del tempo trascorso seduti sull'aereo limita il livello di esposizione agli agenti patogeni. Durante i voli a lungo raggio, la percentuale di riduzione è minima, ma sui voli di due-tre ore può fare la differenza. La tua postazione sull'aereo è significativa quando usi questa tattica, specialmente sugli aerei più grandi dove le persone vengono invitate a salire a bordo in base al numero di posto. Scegli una delle prime file per la minore esposizione, ma lontano dal corridoio dove la gente fa la fila per i bagni.

Paga con la carta di credito

I virus possono sopravvivere sulle monete fino a 4 ore e sulle banconote fino a 72 ore, quindi è consigliabile pagare gli acquisti in volo con la carta di credito, possibilmente in modalità contactless, e pulire sempre la carta con una salvietta disinfettante usa e getta dopo che qualcun altro l'ha maneggiata, anche se indossava i guanti.

Disinfetta le mani dopo aver toccato portafoglio, borsa o passaporto

Durante il viaggio userai spesso il passaporto, il portafoglio o la borsa. Al tuo arrivo negli Stati Uniti, l'ufficio Customers and Border Protection (CBP) ti chiederà probabilmente di visionare il passaporto per dimostrare di avere un'autorizzazione ESTA o un visto. In questi casi, è consigliabile utilizzare un disinfettante per le mani o una salvietta disinfettante per pulire la custodia del passaporto. Allo stesso modo, se la carta di pagamento o la carta d'imbarco dovessero essere maneggiate dal personale della compagnia aerea, dovresti cercare di pulire entrambi gli oggetti non appena ti vengono restituiti. Informandoti sull'esperienza di viaggio con un'autorizzazione ESTA, puoi prepararti per i vari puoi prepararti ad affrontare le diverse situazioni del viaggio e per la tua tranquillità puoi preparare l'uso di salviette disinfettanti o igienizzanti per le mani per pulire i tuoi effetti personali.

In sintesi

Sebbene sia altamente improbabile che malattie gravi come l'influenza e il Coronavirus o un comune raffreddore possano essere trasmessi attraverso il sistema di circolazione dell'aria dell'aereo, ci sono sempre problemi relativi alla pulizia e ai livelli di igiene che richiedono misure di protezione personale. L'uso dei DPI dovrebbe essere preso in considerazione se hai problemi di salute preesistenti o se richiesto dalla compagnia aerea. I DPI non dovrebbero essere usati solo come sostituto di altri prodotti come il disinfettante per le mani e le salviette disinfettanti per le superfici. Infine, lavarsi di frequente le mani con sapone e acqua calda aiuterà anche a ridurre la probabilità di essere infettati con il raffreddore o l'influenza.

Se si possiede un passaporto di un paese idoneo alla rinuncia al visto e si desidera ottenere un’ESTA a scopi turistici, d'affari, medici o di transito, si può iniziare a compilare la propria domanda oppure si possono visitare le FAQ per ulteriori informazioni sull'ESTA.

Richiedere ESTA