Come il DHS e le Dogane e CBP usano il Sistema di informazioni anticipate sui passeggeri (APIS)?

Pubblicato: May 16, 2021, Modificato: May 16, 2021 | Tag: Requisiti ESTA, Sicurezza delle frontiere

APIS è il Sistema di informazioni anticipate sui passeggeri, un sistema che consente al Department of Homeland Security (DHS) di esaminare le informazioni dei passeggeri prima della partenza. I dati dei passeggeri sono soggetti a controlli di sicurezza prima che questi siano autorizzati a salire a bordo dei voli in entrata o in uscita dagli Stati Uniti. L'APIS viene utilizzato anche per i vettori commerciali o la navigazione da o verso gli Stati Uniti.

L'APIS, congiuntamente ai dati del codice di prenotazione (PNR), permetterà al DHS di identificare e prevenire le minacce terroristiche e di coordinarsi con le autorità straniere e le compagnie aeree per impedire l'imbarco di persone sospette.

Cos’è l’APIS?

L'APIS è un sistema elettronico per lo scambio di dati sempre più utilizzato dai Paesi di tutto il mondo. Questo sistema permette alle compagnie aeree di trasferire informazioni sui passeggeri all’U.S. Customs and Border Protection (CBP). I dati trasferiti includono le informazioni che si trovano sui passaporti, come il nome del passeggero, il sesso e il Paese in cui il passaporto è stato rilasciato.

Il Regolamento finale APIS è stato pubblicato nel 2005 e ha stabilito i requisiti attualmente in vigore. I requisiti APIS sono ampiamente riconosciuti dalle compagnie aeree internazionali e dalle società di navigazione. Durante il primo anno dopo la sua entrata in vigore, il Customs and Border Protection ha gestito quasi 88 milioni di passeggeri entrati negli Stati Uniti per via aerea.

Trasmissione dei dati

Le compagnie aeree possono trasmettere le informazioni APIS prima della partenza utilizzando uno dei due seguenti metodi:

  • La modalità APIS Quick Query, con la quale le compagnie aeree possono trasmettere i dati di ogni passeggero in tempo reale mentre fanno il check-in prima dell'imbarco.
  • Trasmissione APIS Batch. Questa può essere interattiva o non interattiva e richiede alle compagnie aeree di trasmettere tutti i dati della lista passeggeri 30 minuti prima della partenza.

A prescindere dalla modalità scelta, ai passeggeri non sarà permesso salire a bordo finché non avranno ricevuto l'autorizzazione dal CBP.

Le norme relative alla trasmissione dei dati del manifesto d'arrivo dell'equipaggio e dei passeggeri restano invariate per le navi che lasciano i porti stranieri dirette negli Stati Uniti. Attualmente sono obbligati a trasmettere queste informazioni in un periodo compreso tra 96 e 24 ore prima dell'arrivo. I dati APIS devono ora essere trasmessi 1 ora prima della partenza dagli Stati Uniti.

Perché è stato implementato l’APIS?

Prima dell'11 settembre, le compagnie aeree inviavano volontariamente i dati dei passeggeri in anticipo all’USCIS, ora parte del CBP. L'APIS è entrato in vigore nel 2001 con l'ATSA, l'Aviation and Transportation Security Act e l'Enhanced Border Security and Visa Reform Act del 2002. A seguito della Commissione dell'11 settembre, il Congresso degli Stati Uniti ha ordinato, con l'Intelligence Reform and Terrorism Prevention Act (IRTPA) del 2004, che il DHS richieda preventivamente i dati di tutti i viaggiatori internazionali, sia per via aerea che marittima.

Quali sono le novità dell’APIS?

La modifica principale nei requisiti per i vettori è rappresentata da un cambiamento nel periodo di tempo entro il quale devono presentare le informazioni APIS.

Per quanto riguarda l'ambiente aereo, la partenza non è più definita come "pushback" a partire dal gate, ma dal momento in cui le porte dell'aereo vengono chiuse.

Protezione dei dati e privacy

Il CBP e i vettori commerciali hanno identificato le procedure migliori e hanno assicurato un'adeguata comunicazione tra il CBP e i vettori. Questo soddisfa gli attuali standard di privacy e protezione dei dati.

Cosa comporta l’APIS per i viaggiatori prima del viaggio

Se stai viaggiando verso un Paese straniero, la tua compagnia aerea potrebbe richiedere di fornire i tuoi dati personali prima della partenza. Nella maggior parte dei casi, sarà possibile inoltrare questi dati online. Tale procedura è distinta dall'ottenimento di un visto o di altre autorizzazioni da parte delle autorità di immigrazione. Scopri quali sono i requisiti prima di partire.

APIS: Sistema di informazioni anticipate sui passeggeri

Gli Stati Uniti e la maggior parte dei Paesi dell'Unione Europea ora richiedono alle compagnie aeree di presentare informazioni sui loro passeggeri prima della partenza. Questo sistema è stato introdotto per migliorare la sicurezza ed è noto come APIS.

La tua compagnia aerea ti informerà sui dettagli che dovrai fornire. Ciò avviene alla prenotazione o al momento del check-in. Se non sei sicuro dei requisiti, contatta la compagnia aerea e risponderà a tutte le tue domande.

Non devi confondere il fornire i tuoi dati per l'APIS con il procedimento di richiesta dell’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization) o di un visto. Dovrai soddisfare i requisiti d'ingresso per gli Stati Uniti o per qualsiasi altro Paese che hai intenzione di visitare, così come le regole di controllo del passaporto e i regolamenti doganali.

Registrazione delle informazioni con l’APIS

Se viaggi negli Stati Uniti, la compagnia aerea ti chiederà di fornire le informazioni riportate nella pagina della foto (in alto) del tuo passaporto o, se viaggi in Europa, della tua carta d'identità nazionale.

Le informazioni richieste includono il nome completo, la data di nascita, la nazionalità, il sesso, il tipo di documento di viaggio (carta d'identità o passaporto), il numero della carta d'identità o del passaporto e il Paese in cui è stato rilasciato il documento di viaggio.

I tuoi dati saranno raccolti da un lettore automatico di passaporti durante il check-in o al momento della prenotazione. Non ti sarà permesso di viaggiare se non fornirai all'APIS i tuoi dati entro il periodo di tempo specificato.

Richiedere l’ESTA prima di viaggiare negli Stati Uniti

Se sei cittadino di un Paese membro del Visa Waiver Program (VWP), puoi registrare le tue informazioni con il governo degli Stati Uniti online attraverso l'autorizzazione ESTA  (Electronic System for Travel Authorization).

Il DHS raccomanda di registrarsi per l'autorizzazione ESTA entro e non oltre le 72 ore precedenti la data del viaggio. È possibile inviare le informazioni in qualsiasi momento prima del viaggio previsto.

Se i cittadini dei Paesi del Visa Waiver Program (VWP) non hanno ottenuto un'autorizzazione ESTA prima di partire, non saranno autorizzati a salire a bordo dei voli.

Condividere

FacebookTwitterYoutube

Richiedere ESTA

ESTA è un'autorizzazione di viaggio obbligatoria per chi visita gli Stati Uniti per via marittima o aerea per turismo, transito o affari per meno di 90 giorni.

Richiedere ESTA