Acquisti negozi duty-free negli Stati Uniti

Pubblicato: Jul 26, 2022, Modificato: Jul 26, 2022 | Tag: Restrizioni di viaggio, Dazi doganali statunitensi

Cos'è un dazio doganale?

Il dazio doganale è la tassa pagata da importatori ed esportatori per le merci trasportate oltre i confini degli Stati Uniti. Il dazio doganale è fondamentale per proteggere l'economia di un Paese, l'ambiente e i posti di lavoro, controllando come le merci entrano ed escono dal Paese, specialmente quelle proibite.

Cos'è un imponibile?

L’imponibile è un articolo soggetto a dazio doganale. Ogni articolo ha il suo specifico dazio doganale, che è determinato da vari fattori tra cui vi sono il Paese o la regione d'origine, dove il prodotto è stato realizzato e i materiali utilizzati per la sua fabbricazione. È necessario anche "dichiarare" tutto ciò con cui si rientra, ma che non si possedeva all'uscita dagli Stati Uniti. Ad esempio, è obbligatorio dichiarare le alterazioni che il proprio abito ha subito quando si è in un Paese straniero e tutti i regali che si possono aver acquisito quando si è in un Paese straniero. Le persone che ritornano negli Stati Uniti non devono dichiarare le American Goods Returned (AGR), ma dovrebbero sempre essere preparate a dimostrare che le merci sono AGR all’United States Customs and Border Protection. Potresti dover pagare un dazio doganale se non hai prove sufficienti.

Come viene addebitata la dogana?

Il dazio doganale viene pagato in percentuale. Il determinante del tasso è il valore totale di acquisto dell'articolo (o degli articoli) pagato nel Paese d'origine. Fattori come il peso, le dimensioni e la qualità di un articolo giocano un ruolo fondamentale nel determinare la percentuale. È possibile determinare l'aliquota del dazio per quasi tutti gli articoli esistenti usando l’Harmonized Tariff System (HTS). L'ufficio Customs and Border Protection (CBP) usa il Harmonized Tariff Schedule of the United States Annotated (HTSUS) come manuale di riferimento ogni volta che vuole controllare il tasso di dazio di un articolo. L'HTSUS fornisce le aliquote tariffarie applicabili e aiuta nell'identificazione delle categorie statistiche per tutti i prodotti importati negli Stati Uniti.

E i prodotti dei negozi duty-free?

I prodotti acquistati in un negozio duty-free sono gratuiti solo nel Paese in cui si è effettuato l'acquisto. Questo significa che se hai gli articoli duty-free che superano la tua franchigia personale, dovrai pagare il dazio doganale per gli articoli quando arrivi al punto d'ingresso del tuo Paese. Il dazio doganale è applicabile indipendentemente dal fatto che tu abbia acquistato gli articoli all'estero o negli Stati Uniti. Dovrai anche pagare il dazio doganale degli Stati Uniti per qualsiasi articolo acquistato in un negozio duty-free della dogana americana, se li porti con te al ritorno negli Stati Uniti. Ad esempio, se acquisti bevande alcoliche in un negozio duty-free di New York quando sei diretto in Canada e poi torni negli Stati Uniti con gli articoli in tuo possesso al ritorno dal tuo viaggio, le bevande saranno soggette sia alla tassa dell'Internal Revenue Service (IRS) che al dazio doganale.

Come viene calcolato il dazio doganale?

Pagherai il dazio forfettario solo per gli articoli soggetti a dazio, ma non per la tua esenzione personale, anche se la quantità non supera l'esenzione. Se, per esempio, torni dall'estero con articoli del valore di 200 dollari USA (circa 160 euro), compresi due litri di liquore, non pagherai il dazio doganale per un litro perché sarà sotto la tua esenzione personale. Mentre per l'altro litro dovrai pagare il dazio doganale al 3% insieme a qualsiasi tassa interna dovuta (IRT).

Una dichiarazione congiunta si riferisce a una dichiarazione doganale di membri della famiglia che vivono sotto lo stesso tetto e tornano negli Stati Uniti insieme. I membri della famiglia possono cumulare tutti i loro acquisti all'estero per beneficiare di un tasso di dazio fisso combinato. Non importa chi possiede un particolare articolo. Ad esempio, una famiglia di quattro persone che raggruppa la propria merce quando viaggia insieme pagherà un dazio forfettario di 4000 dollari USA (circa 3300 euro) se tutta la loro merce è soggetta a un dazio forfettario. I totali degli acquisti sono arrotondati al rialzo.

Ci sono differenze per i prodotti a base di tabacco?

I visitatori o i residenti degli Stati Uniti di età superiore ai 21 anni, in visita o di ritorno dall'estero, possono portare con sé prodotti a base di tabacco in quantità non superiore a quella specificata nella franchigia personale. Nel caso del tabacco, un viaggiatore ha diritto a non più di 200 sigarette e 100 sigari. Se un visitatore o un residente dichiara 400 sigarette precedentemente esportate e dimostra che sono merce americana di ritorno, può essere autorizzato a entrare negli Stati Uniti con l'AGR senza pagare il dazio doganale. Qualsiasi quantità in eccesso rispetto all'esenzione personale consentita per i prodotti a base di tabacco è soggetta a sequestro, detenzione, ritiro, sanzioni o distruzione. La maggior parte dei visitatori o residenti americani acquistano i prodotti a base di tabacco nei negozi duty-free, sulle navi che operano a livello internazionale o nei negozi stranieri. Questi prodotti recano contrassegni come "Esente da imposte. Per uso fuori dagli Stati Uniti" o "Esente da imposte USA per uso fuori dagli Stati Uniti."

Ad esempio, ogni visitatore o residente di ritorno ha diritto a un'esenzione personale dai dazi fino a 800 dollari USA (circa 670 euro) ogni 31 giorni. È necessario che la persona abbia trascorso non meno di 48 ore al di fuori dei limiti territoriali degli Stati Uniti, con un'esenzione per le Isole Vergini americane. Se il visitatore o residente proviene da uno Stato contiguo che ha una zona franca o un porto, dovrebbe essere rimasto oltre i limiti territoriali degli Stati Uniti per non più di 24 ore.

Bevande alcoliche

Un visitatore non americano o un residente americano di ritorno che trasporta una bevanda alcolica ha diritto a uno sgravio personale per un litro americano (33,8fl. oz.). Tuttavia, il viaggiatore deve avere almeno 21 anni, la bevanda deve essere per uso personale e non per la vendita, e infine, è considerata legale per l'uso nella destinazione finale del visitatore o lo Stato di origine del residente.

Secondo la legge federale, puoi portare con te un litro di una bevanda alcolica senza dazio, purché sia per uso personale. In alcuni Stati, un viaggiatore può portare più di un litro, ma dovrà pagare tutte le tasse applicabili, come l'IRT e il dazio doganale.

Le leggi federali non specificano il limite della quantità che si può importare oltre la quantità personale esente, ma un quantitativo insolito può essere preso come un'indicazione che stai importando il prodotto per altri scopi come la rivendita. In tal caso, i funzionari del CBP applicheranno le leggi, le norme e i regolamenti del Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms, and Explosives. I funzionari hanno la facoltà di dichiarare che i prodotti importati sono destinati a scopi commerciali. Questo significa che ti sarà richiesto di ottenere un permesso e presentare una dichiarazione formale per importare la bevanda se vuoi riaverla.

Le leggi statali possono anche limitare la quantità di alcolici con cui si può rimpatriare se non si ha una licenza. Se entri negli Stati Uniti passando per uno di questi Stati, la legge statale sarà applicata dal CBP, anche se è più restrittiva dei regolamenti federali. È consigliabile controllare le limitazioni del governo statale sulle quantità consentite per le importazioni personali prima di viaggiare. Inoltre, bisogna controllare le tasse statali aggiuntive che possono essere applicate a questi prodotti..

In breve, l'alcool e le sigarette possono far parte della tua esenzione di ritorno di 800 o 1600 dollari (circa 670 o 1340 euro) come qualsiasi altro acquisto se le loro quantità sono idonee al trattamento duty-free. L'unica differenza rispetto ad altre merci è che le sigarette e l'alcool in eccesso rispetto al duty-free sono tassati, anche se non hanno raggiunto o superato la tua franchigia personale. Ad esempio, se hai una franchigia di 800 dollari (circa 670 euro) e torni dall'estero con tre litri di vino e nessun altro prodotto, due litri di vino saranno imponibili e tassati. Inoltre, tieni in considerazione che la legge federale non permette la spedizione di bevande alcoliche per posta all'interno degli Stati Uniti da impresa a consumatore privato.

Pagamento del dazio doganale

Le persone che devono pagare i dazi doganali devono pagare l'importo effettuando un pagamento in valuta statunitense. Alcuni porti d'ingresso degli Stati Uniti accettano pagamenti con carte MasterCard o Visa. Altrimenti, il pagamento può essere effettuato utilizzando un assegno personale dell'importo esatto, emesso da una banca con sede negli Stati Uniti e intestato all’ufficio U.S. Customs and Border Protection. Questo metodo richiede la presentazione di documenti di identificazione come il passaporto o la patente di guida degli Stati Uniti. Tieni conto del fatto che il CBP non accetterà nessun assegno firmato da terzi. Il terzo metodo di pagamento consiste nell'utilizzare un vaglia o un "assegno turistico" se l'importo dovuto al CBP non supera i 50 dollari.

In sintesi

I viaggiatori dovrebbero familiarizzare con le leggi degli Stati Uniti sul pagamento dei dazi doganali. Questo ti aiuterà a non farti trovare impreparato con eventuali tasse aggiuntive o multe da pagare alla frontiera quando entri negli Stati Uniti..

Condividere

FacebookTwitterYoutube

Richiedere ESTA

ESTA è un'autorizzazione di viaggio obbligatoria per chi visita gli Stati Uniti per via marittima o aerea per turismo, transito o affari per meno di 90 giorni.

Richiedere ESTA